Chatterbox, l’assistente vocale fai da te per i più piccoli | iSchool | StartupItalia! immagine-preview

Giu 24, 2019

Chatterbox, l’assistente vocale fai da te per i più piccoli

E’ lo smart speaker ideato per stimolare la creatività dei bambini e aiutarli a comprendere le potenzialità dell’intelligenza artificiale. Facile da costruire e da programmare, pone privacy e sicurezza al primo posto

Impostare parole magiche per controllare le luci, riprodurre canzoncine dello zecchino d’oro, chiedere i versi degli animali, inviare messaggi ai nonni e creare le proprie avventure interattive, da oggi anche i bambini hanno il loro assistente vocale: si chiama Chatterbox.

Ideato da Kevin Elgan, Chatterbox è un assistente vocale fai da te per bambini a partire dai 7 anni in su, facile da assemblare e da programmare è anche personalizzabile a secondo dei guisti. Progettato per l’apprendimento, ma anche con lo scopo di divertire i più piccoli, la simpatica scatoletta di truciolato riciclato è su Kickstarter dove è stata lanciata da poco una campagna di crowdfunding per finanziare il progetto.

 

 

Gli assistenti vocali sono sempre più popolari e presenti nelle nostre case. I dati diffusi da Strategy Analytics indicano che nel corso del 2018 le vendite degli assistenti vocali sono cresciute del 95% su base trimestrale. Gli analisti prevedono che entro la fine del 2019 le unità vendute saranno 207,9 milioni in tutto il mondo, segnando un’ulteriore crescita del mercato dell’82,4%. Grazie agli assistenti digitali, come Alexa, Siri e Google Assistant, gli smart speaker consentono di svolgere una serie di comode attività: ricerche sul web, riprodurre la musica preferita, conoscere le previsioni meteo, e gestire i dispositivi domotici presenti in casa. Ovviamente il tutto risulta possibile grazie all’Intelligenza Artificiale.

 

L’assistente vocale a misura di bambino che tutela la privacy

Creato per stimolare la creatività dei bambini e aiutarli a comprendere le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale, Chatterbox mette in cima alle sue priorità la tutela della privacy e della sicurezza di chi lo adopera, questo perché a differenza degli altri assistenti vocali presenti sul mercato, non è sempre in ascolto ed è in grado di ricevere dei comandi vocali solo quando il suo proprietario lo accende premendo un tasto giallo (posizionato sulla parte superiore della scatoletta). Inoltre, cosa da non sottovalutare: il dispositivo non salva alcuna informazione personale e non contiene promozioni pubblicitarie.

Ispirato al Metodo Montessori

Ispirato al metodo Montessori, Chatterbox è progettato per offrire ai bambini un ambiente di apprendimento pratico in cui esplorare la loro creatività unica sviluppando capacità comunicative, di problem solving e di pensiero critico, con il valore aggiunto delle abilità vocali.

 

La scatola di Chatterbox è fatta di legno truciolato riciclato spesso e resistente affinché i bambini possano costruirlo senza preoccuparsi di romperlo. Ma il cuore pulsante del dispositivo è il single-board computer Raspberry Pi, il più utilizzato nell’ambito delle tecnologie per l’edutainment. Il PCB ChatterHAT è l’unico hardware progettato su misura, ed è stato sottoposto a test approfonditi con bambini in California.

Chatterbox è compatibile con un’app a misura di bambino che permette di insegnare allo smart speaker delle skill basate sui comandi vocali.

Una volta assemblato, i più piccoli possono impostare parole magiche per controllare le luci, riprodurre la musica preferita, inviare messaggi ai nonni e ai genitori e creare le proprie avventure interattive.

Chatterbox inoltre può aiutare anche i più grandicelli durante i compiti, più o meno come un motore di ricerca. Le si può chiedere “qual è la capitale dell’Argentina” oppure “quanto fa 45 x 6”, aggiungendo anche una dimensione ludica ai compiti, e questo non può che essere positivo.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter