Tutt'Italia si ferma per "L'Infinito" di Giacomo Leopardi immagine-preview

Mag 28, 2019

Tutt’Italia si ferma per “L’Infinito” di Giacomo Leopardi

Un flash mob al quale si uniranno migliaia di ragazzi e di cittadini in tutta Italia, ritrovandosi all’interno di istituti scolastici, di biblioteche, nelle piazze e per le strade, per recitare simultaneamente i versi di uno dei componimenti più noti e amati della letteratura italiana.

Saranno oltre 2.800 gli studenti che domani prenderanno parte, insieme al ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e Olimpia Leopardi, a una lettura collettiva de “L’infinito” in occasione del bicentenario della sua stesura. Lo faranno nella Piazzuola del Sabato del Villaggio, su cui affaccia la casa di Giacomo Leopardi, e lungo tutto il centro storico di Recanati, sua città natale. Un flash mob al quale si uniranno migliaia di ragazzi e di cittadini in tutta Italia, ritrovandosi all’interno di istituti scolastici, di biblioteche, nelle piazze e per le strade, per recitare simultaneamente i versi di uno dei componimenti più noti e amati della letteratura italiana.

Tutto questo è #200infinito, la giornata organizzata dal ministero dell’Istruzione, realizzata con Casa Leopardi, in collaborazione con la Rai e con il Comune di Recanati. L’appuntamento è alle 11.30: protagoniste saranno le scuole, ma chiunque potrà partecipare a questa itinerante e disseminata “festa della poesia”.

Perchè festeggiare Leopardi

“Leopardi – spiega il Ministro Bussetti – è stato un genio. Nelle sue opere ha espresso e indagato le domande e le questioni centrali per ogni uomo. I suoi testi sono universali, superano secoli e confini geografici. Continuano a parlarci ancora oggi, a duecento anni di distanza. Noi abbiamo il dovere di testimoniare la modernità e l’importanza del suo pensiero e della sua produzione. Ed è per questo che vogliamo celebrare questo illustre poeta con una lettura collettiva: i versi de “L’Infinito” usciranno dai libri di scuola per rivivere nella voce dei nostri studenti e di tutti coloro che vorranno partecipare nelle diverse piazze di Italia al flash mob che abbiamo organizzato per domani”.

La Piazzuola del Sabato del Villaggio a Recanati (MC) sarà il cuore di #200infinito. È qui e lungo la via principale del centro storico che oltre 2.800 studenti delle scuole recanatesi (gli Istituti comprensivi “N. Badaloni” e “B. Gigli”, gli Istituti d’Istruzione Superiore “V. Bonifazi” e “E. Mattei” e il Liceo “Giacomo Leopardi”) celebreranno la poesia.

Tutta l’Italia unita nel flash mob

Ma Recanati sarà solo una delle piazze che “daranno voce” a “L’Infinito”. Tutta l’Italia si unirà a distanza al flash mob. Le adesioni provengono da tutte le regioni, diverse centinaia sono gli istituti scolastici partecipanti, per migliaia di studenti coinvolti. Cuore dell’iniziativa a Roma, per esempio, sarà Piazza di Spagna, dove gli studenti dell’istituto comprensivo “ Visconti” coinvolgeranno i presenti in una “staffetta” di strofe per la recitazione partecipata della poesia.

Milano, i ragazzi dell’istituto comprensivo “Maffucci” si incontreranno in Piazza Gae Aulenti, mentre gli alunni della scuola secondaria di primo grado “Kennedy” di Montefiorino parteciperanno alla lettura collettiva nel centro cittadino, richiamando l’attenzione e l’interesse dei passanti e si sposteranno, poi, nei locali della biblioteca comunale con le loro famiglie e con i cittadini per un “Salotto letterario con aperitivo” dedicato a “L’Infinito”. Ma l’opera sarà anche un’occasione di riflessione per gli studenti del corso serale e per gli studenti della Casa circondariale San Donato dell’istituto tecnico Statale “Aterno-Manthonè” di Pescara.

 

La poesia di Leopardi si trasformerà in danza grazie all’interpretazione degli alunni dell’Istituto secondario di II grado “De Nittis-Pascali” di Bari e viaggerà sulle frequenze di Radio K2 grazie ai commenti curati dagli studenti della scuola in ospedale di Piancavallo che realizzeranno “un’intervista impossibile” al grande scrittore.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter